Garda Trentino bike ed altro

ph.Luciano Magni

Il Garda Trentino, ovvero il territorio a Nord del Lago di Garda, negli anni ha saputo costruirsi, meritatamente, un’immagine positiva e ben radicata presso gli sportivi di tutto il Mondo, ma tutto questo nasce dalla lungimiranza di chi ha visto, in questo territorio, la possibilità concreta di sviluppo di un “turismo attivo”  con un “occhio” particolare agli sportivi a Nord del Brennero e che nel Garda Trentino avrebbero trovato opportunità e clima favorevoli a molteplici Sport, ma veniamo alle cose concrete…

Erano i primi anni “Novanta”, da diversi anni arrampicavo e negli anni precedenti, avevo iniziato a praticare la Mtb(Rampichino), sentivo spesso parlare di un luogo dove il clima era”benevolo” per dieci mesi l’anno, in questo favorito dall’essere affacciato sul Lago di Garda, un luogo dove ti sentivi a casa, dove incontrare e realizzare amicizie con cui condividere la stessa passione, insomma un luogo “magico”.

Fù così che iniziarono le sempre più frequenti”spedizioni”in direzione Arco, si dormiva al Camping Zoo(il nome la dice tutta) era il più economico, l’altro Camping era fuori budget, andare allo”Zoo” era anche il modo per qualificarti come un “vero climber”, certo qualche disagio lo dovevi accettare, lo Zoo era sull’ argine di un canale e se il tempo era un pò”cupo”..qualche sentore lo avevi, ora mi dicono sia tutto cambiato ed il livello qualitativo si sia elevato, non ne dubitavo.

Oggi  voglio proporvi di esplorare alcune opportunità che la pratica del Ciclismo, Mtb/Road, può offrire ai Biker; la prima è un percorso Road: Il Passo del Ballino e la Ciclabile del Limarò e Sarche.

Partenza da Arco di Trento, in direzione Riva del Garda e poi si sale verso Varone e Canale di Tenno, la salita è larga, regolare, pendenza mai estrema(7% max)..pedalabile, la salita si svolge lungo una strada contornata da ulivi e fiori, salendo ci si sente immersi nella natura, il traffico è quasi solo solo locale, mano a mano che si sale,  il Lago di Garda si prospetta nel suo fascino il che, distrae dalla fatica, contenuta, della salita, al Passo del Ballino ecco che compare il Lago di Tenno, una sosta e via in falsopiano verso Fiavè e Terme di Comano, per poi percorrere la ciclabile della Gola del Limarò e  fare ritorno ad Arco di Trento.

Con la Mtb, propongo il Giro delle Marocche, un percorso che, partendo da Arco di Trento, segue la sterrata sotto le pareti del Colodri per poi incrociare il Ponte Romano di Ceniga, noi proseguiremo a sinistra sulla sterrata, che inoltrandosi tra i vigneti, porta sotto le pareti del Brento e le Placche Zebrate, un “terreno di gioco”, si scende poi a Pietramurata per inboccare la ciclabile verso Dro e Ceniga dove attraversando il Ponte Romano faremo ritorno ad Arco di Trento.

info:

Garda Trentino