Escursione invernale all’Alpe Campagneda in Valmalenco

foto by #Luciano Magni Imaging


Splendida escursione sulla neve in Alta Valmalenco dal Rifugio Zoia all’Alpe Campagneda.
La Valmalenco,salendo da Lanzada, offre notevoli possibilità in un ambiente di grande fascino,per questa escursione ho scelto come punto di partenza l’accogliente Rifugio Zoia (2021 m s.l.m.) in località Campo Moro.
Il Rifugio è raggiungibile da Lanzada, seguendo le indicazioni per Campo Franscia, salendo poi lungo la strada di servizio Enel per Campo Moro, d’obbligo avere gomme da neve e catene al seguito, in quanto, nel periodo invernale la strada è ghiacciata o innevata; dopo avere parcheggiato a Campo Moro, si sale in pochi minuti al Rifugio per poi seguire le indicazioni”Alpe Campagneda”percorrendo il sentiero spesso battuto ed innevato, mentre saliamo, ci accompagna la vista del Lago artificiale di Campo Moro.
Il sentiero sale ripido per stretti tornantini, sopratutto in prossimità della”falesia dello Zoia”, una parte di arrampicata frequentata nel periodo estivo, la traccia si fà poi più larga e con poca pendenza per poi raggiungere le baite estive dell’Alpe Campagneda(2140 mt.s.l.m), di fronte a noi si presenta, imponente,la mole piramidale del Pizzo Scalino, alla destra il Monte Motta e le piste da sci della Valmalenco.
Il ritorno avviene lungo il percorso di andata,durata dell’escursione: 2 ore/ar, dislivello circa 120mt.
Quando si percorrono sentieri innevati è altamente consigliabile indossare correttamente e saper usare i dispositivi di sicurezza in ambiente Montano: ARTVA, Pala, Sonda, da non dimenticare che questi dispositivi NON prevengono le Valanghe, ma sono indispensabili nel caso fossimo travolti da valanghe per agevolare e rendere RAPIDI i soccorsi e la ricerca dei travolti,prima di ogni escursione è indispensabile verificare le previsioni Meteo,il bollettino Valanghe, attraverso i “portali web” specializzati e specifici per l’ambiente Montano.
Nel caso non si abbia la necessaria esperienza, capacità e conoscenza del’ambiente Montano, consiglio di affidarsi all’accompagnamento di una Guida Alpina professionista, nell’occasione ringrazio Mario Vannuccini, Guida Alpina professionista.
Video tutorial dalla Guida Alpina