La Marmolada ed il Rifugio Falier


foto di Luciano Magni
La Marmolada ed il Rifugio Falier, due nomi inscindibili,la “parete d’argento” ovvero la Parete Sud della Marmolada, meta di grandi alpinisti che su questa parete hanno scritto pagine di storia dell’Alpinismo, citare tutte le vie o gli alpinisti sarebbe lungo, solo qualche nome: Igor Koller, Reinhold Messner, Gian Battista Vinatzer, Mario Castiglioni, Armando Aste, Heinz Mariacher, Maurizio Giordani, Rolando Larcher, Alessandro Gogna, Gino Soldà, e tanti altri con cui mi scuso per non averli nominati, una parete infinita ed eterna.
Il Rifugio Falier,2074mt, posto alla base della Parete Sud, è punto di riferimento per quanti si cimentano nelle scalate, ma anche meta ambita per escursionisti, è facilmente raggiungibile in circa due ore da Malga Ciapela, nel primo tratto segue una strada “agrosilvopastorale”per poi restringersi e percorrere un sentiero con ottime protezioni a valle, valicato il Passo si entra nella Valle Ombretta e passando dalla Malga Ombrettola il sentiero conduce agevolmente al rifugio.
Il percorso non presenta particolari difficoltà mà, esige sempre prudenza ed attenzione!!calzature ed abbigliamento adeguato e nel caso non si abbia esperienza o capacità propria, consiglio di affidarsi ad una guida Alpina o AMM, professionisti della Montagna in grado di accompagnare in sicurezza l’escursionista.