La Ciclabile della Valle Aurina tra Malghe e Castelli

il


immagini di Luciano Magni Bergfanteam
La Valle Aurina è una Valle laterale della Val Pusteria, ma con caratteristiche che la distinguono in quanto, le montagne, che costantemente fanno da sfondo e ci accompagnano, mentre percorriamo la pianeggiante ciclabile di fondovalle sino a Campo Tures/Sand in Taufers, spesso sono vette oltre i 3000mt/sl e proseguendo sino a Casere, dove la strada carrareccia termina,troveremmo la montagna, che la “fantasia” di un certo Tolomei, aveva definito la “Vetta d’Italia,dimenticando la storia, cultura, tradizioni ed origini di un fiero Popolo nativo.
Ma voglio ora descrivervi, brevemente,le caratteristiche di questo percorso, adatto a quasi tutti, non presentando particolari difficoltà altimetriche fino a San Pietro/San Peter, dove iniziano gli ultimi 6km, in costante salita e che conducono alla testata della Valle, posta in località Kasern/Casere,1600mt, dove troveremo l’Info Point del Parco Vedrette di Ries, qui termina il tratto percorribile con la bici da strada.
Partenza da Brunico e dopo Teodone e San Giorgio, arriviamo a Gais,850mt/sl, nei pressi della Associazione Turistica, seguendo le indicazioni segnaletiche, percorriamo la ciclabile in un paesaggio ameno, costeggiando altresì il torrente Aurino lungo il suo argine sinistro orografico, il pianeggiante percorso offre diverse possibilità di sosta e relax.
Dopo avere superato Molini di Tures/Muhlen in Taufers e Caminata/Kematen, passiamo in prossimità delle Cascate di Ries, generate dal torrente Reinbach, che scende dalla Valle di Riva, luogo che merita una sosta con visita, oltre alla possibilità di ristoro.
Svolta a sinistra per percorrere una breve salitina che ci conduce sulla ampia strada che scende da Riva di Tures, noi prosegiamo in breve discesa, verso sinistra, all’ingresso di Campo Tures/Sand in Taufers.
La caratteristica cittadina è dominata dalla mole di Castel Tures,che sicuramente merita una visita, così come il soffermarsi a degustare pregiati dolci e gelati nelle “Konditorei”…lo consiglio per esperienza personale.
Quasi all’uscita del Borgo, attraversiamo il fiume,tramite un caratteristico ponte in legno andando a riprendere, in direzione Nord la ciclabile passando poi in prossimità della zona sciistica di Speikboden, proseguendo sull’argine sinistro idrografico, incontriamo un breve tratto(evitabile) in “sterrato” che attraversa il bosco in direzione di Lutago,1050mt/sl,la strada prosegue ora con moderata e costante salita, alternando tratti asfaltati ad altri in sterrato(evitabili con brevi deviazioni sulla Strada Statale), lungo il percorso incontriamo le località di Cadipietra, San Giovanni e più avanti San Peter, dove inizia la salita citata; la strada è larga e ben asfaltata, l’attraversamento delle gallerie è evitabile seguendo i percorsi ciclabili.
La salita verso Kasern/Casere, è molto panoramica e suggestiva, poche le auto che andiamo ad incrociare anche nei tratti lungo la Statale, panorami suggestivi e fonti di ristoro invitano alla sosta, siamo in un territorio, il Sudtirolo/Alto Adige, che ha fatto del turismo la sua maggiore risorsa, le ciclabili sono parte importante del pacchetto turistico, la qualità dell’offerta e le strutture di servizio, denotano grande attenzione al turista che trascorre le vacanze in questo territorio; la salita termina a Kasern/Casere 1600mt, poco più avanti il parcheggio e l’Info Point del Parco Vedrette di Ries.
Per chi desidera proseguire, è necessario avere una Mtb, in quanto più idonea a percorrere la sterrata verso le Malghe di fondovalle, in questo caso raccomando ai biker massima attenzione e prudenza, moderata velocità e rispetto dei tanti escursionisti che percorrono i sentieri informandosi, prima di partire, sulla percorribilità dei sentieri.

Annunci