Chi è Luciano Magni ?..qualche immagine per conoscermi

Queste immagini, gran parte vecchie foto realizzate con “macchine a rullino” vogliono raccontarVi le radici da cui nasce la passione che mi ha portato ad ideare e realizzare questi Blog, amore vero per la libertà che solo l’ambiente naturale Outddor, pur nelle sue difficoltà sà dare.
Non sono mai stato amante della carriera o della”affermazione professionale”che per altro considero una bufala spaziale, illudendo le persone facendole inseguire la celebre”carota”.. quando potevo sceglievo di avventurarmi sui monti o negli spazi aperti,pioggia o sole,la libertà di scegliere come vivere la mia “unica ed irripetibile” vita, era prioritaria e cosi accettavo con gioia il dovere rinunciare all’avere, scegliendo di essere solo me stesso.
Da sempre le Dolomiti del Trentino Alto Adige/Sudtirolo, mi hanno attratto irresistibilemnte, ed allora ogni momento fuggivo verso quegli spazi,tra quelle rocce, quelle magnifiche foreste, neve o pioggia non erano motivi sufficienti a fermare il mio desiderio di libertà tra i monti.
Poi ho scoperto la Val di Mello, era la seconda metà degli anni “80”, ancora non c’era la folla domenicale ad affollare quel luogo, si camminava in Valle, fermandosi a chiaccherare con il mitico Siro, teneva un libro..che forse ancora c’è..in cui, chi arrampicava scriveva le sue impressioni o comunicava la gioia di avere condiviso con amici le emozioni più intense, ma a volte era una profonda emozione camminare solo ricercando luoghi dove fermarsi ad ascoltare il silenzio della Valle,camminare durante la pioggia sentendo intenso il prufumo di resina, anni intensi che ho condiviso con grandi Amici, Walter”il pompiere” Piero”forte e nobile”, Achille, solido e sicuro alpinista, il cugino Filippo era un ragazzo, poco più di 16anni, ma già una grande sicurezza ed intelligenza,Rakel una grande Alpinista, arcigna e dolcissima, un curriculum degno di una grande Guida e poi Marzio, prudente, riflessivo, sicuro, Max”Lupo”,Giorgio”l’imbianchino”, e ed altri compagni occasionali di non minore valore.
Nel frattempo in Italia si affermava sempre più la Mtb, già praticavo intensamente il ciclismo su strada e la Mtb mi offriva la possibilità di coniugare Montagna e Ciclismo, l’inverno era dedicato alla Sci in pista, me la cavavo benino anche “tra i pali”purtroppo in”fuoripista” ero”imbranato”e così, in seguito,davo soddisfazione al mio desiderio di neve in montagna, con le Ciaspole, decine di gite, spesso solo alla ricerca di percorsi nuovi e neve intonsa, a volte con amici come Antonio”ex presidente” o Marzio
Nel frattempo ho frequentato la Scuola di Alpinismo”Cai Alta Brianza”,una esperienza di cui vado fiero e di cui mi sento di ringraziare tutti gli istruttori per la loro competenza e professionalià, mi era stata consigliata da una persona speciale, Federico Rigamonti, purtroppo morto nel 1993 sull’Aguille Blanc.
Da allora la mia storia è proseguita con centinaia di arrampicate ed escursioni, dalle Alpi Centrali alla Valle del Sarca, alle Dolomiti ogni attimo era un occasione per partire…e così prosegue la mia vita…una vita di viaggi ed immagini,spesso condivisi con mio figlio Dario.
Nel 2010, ho smesso di arrampicare,incrementando le escursioni in bici, Road& Mtb, tante escursioni a piedi e l’inverno sempre più con le Ciaspole, i Blog che avevo aperto richiedevano maggiore attenzione, desideravo intensamente condividere con altri quella gioia ed emozione che mi aveva accompagnato per tutti questi anni, non volevo tenere solo per me quelle immagini, desideravo offrirle anche a chi non aveva avuto la mia opportunità.
http://www.bergfantouring.it
http://www.bergfanteam.it

Annunci